Google Search Console Report: il tuo sito web diventa strategico

Google Search Console, precedentemente nota come Google Webmaster Tools, è una piattaforma che consente di monitorare il modo in cui Google visualizza un sito web e quindi di ottimizzare la sua presenza organica nei risultati di ricerca.

Questo strumento permette di controllare la performance del sito rispetto alle ricerche organiche su Google, di verificare l’indicizzazione e fotografare la “salute” complessiva del sito dal punto di vista del motore di ricerca Google. Si tratta di uno degli strumenti più utilizzati tra gli esperti di SEO in quanto, dai suoi dati, è possibile ottenere indicazioni importanti sulla ricercabilità delle pagine del sito web e sul loro posizionamento nei risultati di ricerca.

Il report, creato dal team Data Engineering di HDEMO, prevede l’analisi delle KPI (key performance indicator) più importanti e di alcuni punti aggiuntivi. Per ciascun punto del report viene espresso un commento ed eventualmente un suggerimento per migliorare la performance.

In allegato al report vengono forniti i dati estratti da GSC convertiti in formato Excel.

Cosa analizza il nostro report

  1. Identifica le pagine a maggiore traffico, ovvero quali pagine, apparse nei risultati di ricerca di Google, hanno poi ricevuto il maggior numero di clic dagli utenti.
  2. Identifica le ricerche con il maggior CTR (click through rate) , ovvero quali ricerche hanno avuto il tasso di clic più elevato e per quali parole chiave.
  3. Identifica il CTR medio in un certo periodo, ovvero quanto in media le pagine che appaiono nelle ricerche vengono poi cliccate dagli utenti.
  4. Suggerisce come monitorare il CTR nel tempo. Come verificare nel tempo l’andamento del CTR? Il CTR cresce o diminuisce?
  5. Suggerisce come monitorare le impressioni nel tempo. Quante volte le pagine sono apparse nei risultati di ricerca di Google nel periodo? Le impressioni hanno trend in crescita? Il sito sta perdendo posizioni nei risultati di ricerca?
  6. Identifica le pagine che mediamente appaiono più in alto nei risultati di ricerca: sono le pagine che Google valuta “più importanti” per gli utenti.
  7. Identifica se per una determinata parola chiave il sito ha ranking (posizione media nei risultati di ricerca) crescente o decrescente in un certo periodo.
  8. Identifica le query di ricerca che hanno prodotto il maggior numero di clic(e quindi di traffico) verso il sito.
  9. Confronta le performance del sito su desktop, smartphone e tablet. Valutare le KPI sui vari device ci dice se il sito è ben progettato anche per i dispositivi mobili.
  10. Confronta le performance del sito nei vari paesi. Valuta le KPI al variare del paese di provenienza delle visite: il sito è competitivo nei mercati esteri di interesse per l’azienda?

E molto altro. Il report prende in considerazione i 20 punti cruciali che permettono di valutare lo stato del sito web e la sua capacità di attrarre i visitatori che ricercano le parole chiave della vostra attività.

Per maggiori informazioni su questo servizio, contattateci attraverso il form sottostante e vi invieremo la brochure (PDF) con tutti i dettagli.